close
Menu

John Deere e Michelin stanno cercando il miglior conducente di trattori d'Europa

Mannheim, Clermont-Ferrand, 30 Marzo 2017 – Il prossimo Giugno, John Deere e Michelin ospiteranno ancora una volta l'European Drivers' Championship. Sul campo prove Michelin di Clermont-Ferrand, Francia, sedici conducenti da tutta Europa dovranno dare prova di tutte le loro abilità alla guida del nuovo trattore 6250R. La sfida non è solo sulla velocità, ma anche sulle migliori strategie di guida efficiente

 

Il campo prove Michelin è uno dei più grandi al mondo, con 19 circuiti per un totale di 41 km. Per la competizione saranno utilizzati otto nuovissimi trattori 6250R John Deere dotati di joystick CommandPRO™. Con una potenza massima di 300 CV, ogni trattore trainerà un rimorchio Joskin a due assali da 29 tonnellate e tutte le macchine monteranno pneumatici Michelin. I 16 sfidanti saranno i primi conducenti al mondo a guidare un 6250R in condizioni di lavoro reali

 

All'inizio della competizione, ogni concorrente dovrà scegliere la propria strategia di guida e le impostazioni del trattore, determinando anche la pressione degli pneumatici più adeguata. La sfida si svolgerà sia su campo sia su strada, per questo i conducenti dovranno trovare il più velocemente possibile il miglior compromesso tra le due condizioni, tenendo conto del consumo di carburante e della compattazione del terreno. Al termine della prova, verrà assegnato un punteggio in base alle singole prestazioni nelle seguenti categorie: velocità, efficienza dei consumi, compattazione del terreno e abilità di guida.

 

L'obiettivo di John Deere è quello di dimostrare in che modo conducenti esperti sono in grado di migliorare sempre di più le prestazioni dei trattori. Dai risultati sarà evidente come sia possibile risparmiare parecchio tempo e denaro grazie alle giuste decisioni e impostazioni della macchina.¬ Naturalmente, anche gli pneumatici hanno un ruolo fondamentale nelle prestazioni generali del trattore. A seconda del carico, della velocità e della pressione, è possibile risparmiare carburante e ridurre sia la compattazione del terreno sia l'usura degli pneumatici stessi.