Visitateci!

RICERCA MACCHINE

MACCHINE USATE

CAMPAGNE

  • Rivista "Il Solco" - Edizione Giugno 2014

    Il Solco è una rivista trimestrale del settore agricolo pubblicato in quattordici lingue per John Deere GmbH & Co. KG. Esso è distribuito agli agricoltori e agli specialisti dell’industria in 27 paesi europei, nell’Europa dell’Est, CIS, nel Vicino e Medio Oriente e nell’Africa del Nord. Esso comprende argomenti di attualità, tecniche agricole, novità sui prodotti, articoli di interesse locale e caratteristiche internazionali da parte dei nostri mercati in tutto il mondo.
  • Il Brand più venduto sopra i 300 CV

    Anche in occasione della seconda edizione del prestigioso premio organizzato nella cornice di Fieragricola John Deere conferma la sua posizione di eccellenza nel campo della meccanizzazione agricola. Ciò grazie a un’ampia e diversificata gamma, in grado di rispondere alle esigenze dei più svariati profili di utilizzatori con soluzioni produttive, affidabili ed efficienti.
  • Online Shop

    Vuoi anche tu lo stile John Deere?
  • Zweibrücken si espande

    La mietitrebbia Serie S è stata aggiunta alla linea produttiva dello stabilimento John Deere di Zweibrücken in Germania. Lo stabilimento, divenuto centro di eccellenza per lo sviluppo e la produzione di macchine per la raccolta, è già ben riconosciuto per la qualità e le prestazioni delle mietitrebbie serie W e T e delle testate 600R.
  • Trasmissione DirectDrive - L'Inizio di Una Nuova Era

    Questa trasmissione altamente innovativa sviluppata da John Deere è la prima del suo genere nel settore agricolo. La tecnologia a doppia frizione e la trasmissione del moto completamente meccanica offrono prestazioni ed efficienza riservate finora soltanto alle auto di lusso. Gli attuatori elettromagnetici, usati nella Formula 1, garantiscono un azionamento rapido ed efficace delle marce. Con tre gamme ed otto marce, potrai provare il comfort di una trasmissione a variazione infinita e l’efficienza di una trasmissione meccanica.
  • LO SAPEVI?

    Siamo conformi gli standard Stage III B senza inconvenienti e costi aggiuntivi di AdBlue/Urea.

POSIZIONE

NEWS & EVENTI

John Deere scende in campo a Enovitis

28/07/2014
Grande successo di pubblico, quello riscontrato da John Deere a Enovitis in campo, la manifestazione giunta alla nona edizione che, organizzata per la prima volta da Unione Italiana Vini e Veronafiere lo scorso 19 e 20 giugno tra i vigneti dell'azienda Ca' Tron di Roncade in provincia di Treviso, già palcoscenico dell'edizione 2010, ha anche in questa occasione rappresentato una vetrina sulle più avanzate innovazioni nel settore della meccanizzazione agricola. Primo appuntamento di un progetto che svilupperà sotto il brand Enovitis diverse iniziative a supporto della viticoltura italiana ed europea, i due giorni della manifestazione hanno attirato circa 4500 visitatori provenuti da tutta Italia e dall’estero tra viticoltori, tecnici e operatori del settore vitivinicolo: comune denominatore delle numerose prove ed esposizioni ospitate, le tecnologie d'avanguardia finalizzate all'ottenimento di produzioni sostenibili e sicure per l'ambiente ma anche per gli operatori.Per l’occasione, John Deere ha messo in campo una squadra di specialisti di assoluta eccellenza, che nei 16 ettari e 300 filari di superfici a vigneto utilizzati per i test in campo hanno sfoggiato tutte le loro doti di agilità e produttività. Ad essere impegnati nelle prove sono state infatti le punte di diamante della gamma sviluppata da John Deere per viticoltura e frutticoltura: un 5075GL, un 5090 GF e un 5100 GF, messi a disposizione dalle concessionarie John Deere Dalla Vecchia Fabrizio (Vago di Lavagno - Vr) e Bassan Sergio (Motta di Costabissara – Vi) che hanno offerto il loro supporto all’organizzazione dell’evento.Parte della nuova gamma 5GL, grazie alla estrema compattezza e alla manovrabilità, frutto di un raggio di sterzata ridotto, insieme a un’altezza massima di soli 1282 mm, il trattore  John Deere 5075GL garantisce ottime prestazioni nel lavoro all’interno di vigneti e frutteti. Un potente motore, disponibile in versione da 75 e 85 CV, una capacità di sollevamento che raggiunge le 2,6 tonnellate e una versatile gamma di distributori e PTO rendono questo modello particolarmente compatto una soluzione ideale per applicazioni specializzate. Il nuovo 5075GL è dotato di una trasmissione a trazione anteriore meccanica con 24 marce avanti e 24 indietro 4WD 40 km/h, con Hi-Lo meccanico ideale sul campo e per il trasporto. Per garantire la massima versatilità, la gamma 5GL offre fino a tre distributori meccanici. Le PTO (anteriore e posteriore) forniscono un’ampia scelta di regimi, tra cui 540/540E o 540/1.000 giri/min., ed inoltre la PTO sincronizzata. Altro punto di forza è la praticità delle dotazioni della serie 5GL, come la struttura di protezione antiribaltamento (ROPS) ripiegabile e l’altezza ridotta di parafanghi, cofano e sedile. e al raggio di sterzata ridotto, lavorare in spazi ristretti risulta estremamente agevole. Un capiente serbatoio carburante da 67 litri consente di lavorare più a lungo tra un rifornimento e l’altro.Gli altri grandi protagonisti della due giorni trevigiana, il 5090 GF e il 5100 GF, rappresentano invece una soluzione ideale per svariate attività all’interno di frutteti o vigneti con larghezza interfilare ampia (2 – 3 m o più), contesti in cui sono in grado di offrire tutta la manovrabilità e visibilità necessarie, e una generosa erogazione di potenza della PTO - disponibile in due velocità da 540/540E e 540/1.000 giri/min. - per la gestione delle operazioni più impegnative. L’assale anteriore 4RM che equipaggia le macchine fornisce più trazione sulla barra di traino e in condizioni di fondo scivoloso; il particolare design con punto di rotazione elevato consente l’oscillazione degli assali fino a 10°, mentre i riduttori finali planetari garantiscono un efficiente scarico a terra di tutta la potenza disponibile. Disponibile in allestimento con o senza cabina in tre modelli, con motorizzazioni PowerTech M Tier III da 4,5 l con potenza nominale di 80/90/100 CV 97/68 EC e quattro diverse configurazioni di trasmissione, la Serie 5GF è dotata di sistema idraulico a centro aperto da 60 l, attacco a 3 punti di categoria IN/I/II e offre una capacità di sollevamento fino a 24 kN.Oltre alle macchine schierate in campo, nei due giorni della manifestazione John Deere ha offerto ospitalità nell’ampio stand allestito per l’occasione, dove gli specialisti di prodotto della casa hanno risposto a richieste, curiosità e domande di clienti e visitatori relative alle tecnologie e ai servizi di assistenza e supporto sviluppati dal marchio del cervo per affiancare gli utilizzatori nella gestione delle loro attività quotidiane e garantire loro massimi livelli di produttività, efficienza operativa e redditività.

Mietitrebbie: lo stabilimento di Zweibrücken produrrà le "ammiraglie" John Deere

12/05/2014
Zweibrücken, 23 Aprile 2014 – Entro la fine dell'anno, i modelli più grandi delle mietitrebbie John Deere Serie S, la S680 da 547 CV, la S690 da 626 CV e le rispettive versioni "i", destinate al mercato europeo e all’area CSI, saranno prodotte a Zweibrücken, Germania. “Abbiamo già 50 anni di esperienza nella produzione di mietitrebbie per il mercato europeo e internazionale e abbiamo investito circa 20 milioni di euro in linee di montaggio, infrastrutture e controllo qualità”, ha affermato Ralf Gaa, direttore dello stabilimento. “Poter dichiarare oggi che le mietitrebbie Serie W, T ed S sono tutte 'Made in Germany' rappresenta un altro importantissimo traguardo per Zweibrücken. Producendo anche la Serie S a Zweibrücken, miglioreremo notevolmente la nostra risposta alla crescente domanda di mietitrebbie assiali ad elevata capacità".Le potenti mietitrebbie John Deere Serie S sono caratterizzate da un rotore singolo con sistema di separazione a denti, progettato per garantire massime prestazioni ed eccellente qualità di paglia e granella. Con una tramoggia che raggiunge i 14.100 litri, in un'ora di lavoro soltanto queste macchine possono raccogliere da 70 a 75 tonnellate di frumento o da 100 a 120 tonnellate di mais. Il sistema di gestione dei residui è estremamente flessibile e può essere adattato alle esigenze di raccolta più disparate.A completamento dell'ampia gamma di piattaforme di taglio John Deere già in commercio, la nuova e versatile testata 600X con barra di taglio estensibile sarà disponibile, in quantità e paesi limitati, per la stagione di raccolta 2014.Le mietitrebbie Serie S sono disponibili anche con un'ampia scelta di soluzioni intelligenti, compreso il nuovo sistema di regolazione interattiva della mietitrebbia ICA (Interactive Combine Adjustment). Progettato per minimizzare le perdite e incrementare la qualità di paglia e granella, l'ICA offre all'operatore la possibilità di impostare diverse strategie di raccolta e obiettivi singoli o multipli di ottimizzazione.Per migliorare ulteriormente le prestazioni delle macchine e dell'intera flotta, le mietitrebbie Serie S possono essere equipaggiate con le soluzioni di telematica JDLink e di logistica Machine Sync, due componenti fondamentali della strategia FarmSight di John Deere.Inoltre, grazie all'app mobile GoHarvest, oggi disponibile gratuitamente per smartphone e tablet, gli operatori sono in grado di ottimizzare facilmente la mietitrebbia sul campo e di visualizzare in qualsiasi momento le migliori impostazioni raccomandate da John Deere.

John Deere è protagonista a Fieragricola

27/03/2014
Due ampi spazi espositivi, una completa rassegna delle più recenti novità introdotte in gamma, eventi demo e momenti di incontro con i contoterzisti ed utilizzatori di trince semoventi; sono questi i cardini intorno a cui si è sviluppata la presenza di John Deere all’ultima edizione di Fieragricola. Una grande affluenza di pubblico per un marchio che, anche in questa occasione, ha ribadito la propria leadership tecnologica e una grande sensibilità alle aspettative del mercato. E’ stato un successo nel successo quello che ha visto protagonista John Deere all’ultima edizione di Fieragricola, che ha avuto luogo a Verona dal 6 al 9 febbraio 2014. All’eccellente affluenza della manifestazione giunta alla 111ª edizione, che ha registrato oltre 140.000 visitatori provenienti da 103 paesi, ha infatti fatto riscontro il grande interesse manifestato dai numerosissimi visitatori che nei quattro giorni dell’evento fieristico hanno affollato i due stand allestiti per l’occasione dal costruttore americano nei padiglioni 6 e 4 del quartiere di Veronafiere, affiancati da un ulteriore spazio nell’area esterna. A rappresentare in questa occasione John Deere è stata una ampia selezione delle più recenti e innovative creazioni del marchio del cervo, che hanno polarizzato l’attenzione e la curiosità degli operatori giunti in gran numero al tradizionale appuntamento veronese. Puntualmente assistiti e supportati dal nutrito staff messo anche questa volta in campo da John Deere a Fieragricola, i visitatori hanno potuto toccare con mano i numerosi modelli presenti all’interno del padiglione 6, che ha ospitato una ricca rappresentanza delle linee di prodotto parte dell’ampia gamma del marchio statunitense. I riflettori si sono in particolare puntati sui trattori della Serie 6, nell’occasione rappresentata da un 6110MC e un 6100RC, esponenti della nuova gamma di trattori compatti John Deere che concentra in un formato più compatto e manovrabile le qualità e le capacità dei modelli di grandi dimensioni, affiancato da un altro best seller come il 6150 R che propone un concentrato delle più avanzate tecnologie oggi utilizzate dal gigante americano. Nutrita anche la rappresentanza dei modelli della Serie 5, in questo caso affidata a un esponente della nuova linea 5M presentata in anteprima lo scorso settembre a Berlino, il 5115M, affiancato dai due versatili e collaudati multifunzione 5095E e 5090G; altra anteprima berlinese presente allo stand, uno degli esponenti della Serie 7R versione 2014, il 7290R, equipaggiato con l’innovativa trasmissione e23 a 23 marce avanti e 11 marce indietro con Efficiency Manager. A completare lo schieramento allestito nel Padiglione 6 uno dei top di gamma della serie 7080 di trince semoventi John Deere, la 7780i, equipaggiata dal 2013 con il rivoluzionario sistema rompigranella KernelStar.Interamente dedicato alla coltivazione di vigneti e frutteti è stato invece lo stand allestito da John Deere nel padiglione 4. Protagonisti degli accoglienti spazi approntati per l’occasione un 5100 GF, ideale per operazioni in coltivazioni caratterizzate da ampie larghezze interfilari, e un 5085GL, che grazie al profilo ribassato è in grado di operare con la massima agilità anche in spazi contenuti e al di sotto di alberi da frutta o vigne di altezza ridotta.Accanto ai padiglioni, anche le aree esterne del quartiere fieristico veronese hanno visto protagoniste le macchine John Deere, sia all’interno di uno spazio appositamente dedicato a una delle più recenti creazioni del marchio del cervo, la mietitrebbia S 670i, sia nel quadro della demo “Soluzioni pieno campo”, sfilata e presentazione tecnica di macchine e attrezzature per il pieno campo organizzata da Fieragricola in collaborazione con la rivista MAD, che ha visto sotto i riflettori, ancora una volta, un 7290R e un 6090RC appositamente allestiti per l’occasione. Oltre che dal folto pubblico di visitatori presente negli stand durante i quattro giorni della manifestazione, la qualità dei prodotti John Deere e il costante impegno profuso dal marchio nel rispondere alle richieste del mercato con soluzioni sempre più produttive e affidabili ha ricevuto in occasione di Fieragricola un altro importante riconoscimento con l’assegnazione di ben sei trofei del prestigioso Best Seller Award, l’evento organizzato in collaborazione con la rivista Macchine Trattori che ogni anno premia le migliori performance commerciali nel settore della meccanizzazione agricola. Quattro le piazze d’onore conquistate da John Deere, con il 6125R nella categoria Trattori multiuso, il 6210R nella categoria Trattori di potenza medio-alta, il 7230R nella categoria Trattori di alta potenza e gli 8260R e 8360R nella categoria Trattori di altissima potenza, cui si sono aggiunti i terzi posti del 6140R nei Trattori di potenza medio-alta e del 7280R nei Trattori di alta potenza.Anche in occasione di Fieragricola, infine, John Deere ha voluto sottolineare quella tradizionale attenzione e sensibilità verso i propri clienti che da sempre rappresenta uno dei principali punti di riferimento della sua filosofia. Un’attenzione che a Verona si è concretizzata nell’organizzazione di un incontro con un panel di 80 clienti dedicato alle macchine da raccolta e ai servizi offerti da John Deere alla clientela italiana, evento che oltre ad offrire un momento di informazione e aggiornamento ha rappresentato anche un’occasione conviviale in cui scambiare esperienze e consolidare relazioni.